Una guida di viaggio per Israele: Introduzione

La guida turistica di Israele che stai leggendo è una versione notevolmente ampliata di quella che ho preparato per un amico americano circa due decenni fa. In esso, ho cercato di condividere le mie esperienze e conoscenze su Israele basandomi su una vita di studio e diciassette visite nel paese, l’ultima volta a novembre 2018.

Mi piace viaggiare indipendente e questa guida è stata scritta principalmente pensando a tali viaggiatori, anche se le informazioni dovrebbero essere utili anche a chi è in tournée di gruppo. Come americano, ho prodotto una guida che, senza dubbio, riflette quell’identità ed esperienza.

Spero che i miei lettori di altri paesi lo perdonino e troveranno comunque informazioni utili per pianificare i loro viaggi. Non sono nel settore dei viaggi. Piuttosto, sono un avvocato del lavoro che ama Israele appassionatamente e vuole incoraggiare gli altri a viaggiare lì e vivere questa meravigliosa terra. La mia prima visita è stata nel novembre 1988 e ho scoperto il bug; così, ho iniziato a visitare ogni due anni circa, ad eccezione del 2000-2004, gli anni veramente terribili della seconda rivolta palestinese e dei bombardamenti terroristici nelle città di Israele. Ora, con la pensione parziale, posso andare ogni anno.

Anche con le condizioni per lo più pacifiche prevalenti da allora, alcuni amici hanno ancora chiesto, “sei sicuro di voler tornare in Israele?” Di tanto in tanto le fiammate con Gaza accentuano quelle preoccupazioni. Quindi, come posso rispondere? Ogni viaggio è stato un sogno e viaggiare in Israele è una delle grandi gioie della mia vita.

La situazione della sicurezza non è niente come immagini o temi. I miei viaggi sono stati tutti calmi e pacifici, e mentre c’è più sicurezza di quella a cui potresti essere abituato in Nord America o in alcune parti d’Europa, non ho mai avuto paura, e nemmeno gli israeliani. Negli ultimi viaggi ho trovato il paese e anche Gerusalemme calma e molto poco colpita. Il turismo è in forte espansione.

In ogni caso, gli attacchi non hanno preso di mira i turisti e la maggior parte del paese è stata pressoché inalterata. Anche in tempi più tesi, le strade di Gerusalemme sono più sicure del crimine di strada che si rischierebbe in una qualsiasi delle principali città americane, prima di arrivare al la violenza armata e le sparatorie di massa ora affliggono abitualmente gli Stati Uniti. E, naturalmente, il rischio di terrorismo è ovunque, anche a casa.

Quindi, ti incoraggio a non cedere a paure irrazionali e disinformate e non prestare molta attenzione agli amici che non sono mai stati lì che dicono: “Non posso credere che andrai in Israele !!” Il terrore può accadere ovunque e fa — New York, Madrid, Londra, Sydney, Ottawa, Parigi — quella triste lista continua — ma quei posti sono fondamentalmente sicuri, e così pure Israele. Entro poche ore dal tuo arrivo, ti chiederai perché ti sei mai preoccupato.

Questo è il rapporto coerente dei visitatori per la prima volta. Quindi, vai già! Spero che le informazioni che ho preparato sul viaggio in Israele e sulla vita in quel paese siano interessanti e utili per pianificare il tuo viaggio.

Questa è una guida personale di uno scrittore dilettante, non una guida completa e professionale, quindi ho alcuni suggerimenti per risorse più dettagliate che ti aiuteranno a prepararti per il viaggio. A mio avviso, la migliore guida rimane Israele di Frommer (ultima edizione 2017). L’Israele di Fodor è un’altra buona opzione.

Evita la guida del pianeta solitario per Israele; ha troppe inesattezze e pregiudizi significativi contro Israele. Per uno sguardo eccellente sulla vita in questo paese complesso, leggi Gli israeliani: gente comune in una terra straordinaria. È il miglior libro del suo genere oggi. Se vuoi saperne di più sulla storia del paese da una prospettiva palestinese, suggerisco Once Upon a Country di Sari Nusseibeh. Un magnifico libro sulla storia di Gerusalemme in particolare è Gerusalemme: una biografia di Simon Sebag Montefiore.

È una storia esaustiva ma affascinante di questa città, che è santa per più persone di qualsiasi altra sulla Terra. Le guide di stampa stanno svanendo in gran parte perché Internet offre le informazioni più aggiornate e utili sui viaggi, con possibilità senza precedenti di imparare dai compagni di viaggio. La miglior risorsa è di gran lunga il forum di viaggi Israele e le recensioni dei clienti su hotel e ristoranti trovati su TripAdvisor. Cerca forum Israele per arrivarci. Raramente viaggio ovunque senza consultare TripAdvisor.

Sono un poster frequente su quel forum (sotto il nome di “Douglas D”), come vedrai, e abbiamo molti israeliani, tra cui guide turistiche, che partecipano e aiutano i viaggiatori. Blog i miei viaggi sotto il rapporto di viaggio di Douglas (2018 o qualunque sia l’anno), a volte per città: cerca quel termine e troverai i miei rapporti dettagliati. Il forum israeliano su TripAdvisor è un ottimo posto per porre domande e ottenere risposte da persone con esperienza nel paese, spesso entro poche ore.

Probabilmente mi hai trovato attraverso quel forum. Naturalmente, TripAdvisor non approva né è in alcun modo responsabile del contenuto di questa guida. Un podcast e scrittore di viaggi di nome Chris Christensen ha un meraviglioso programma di interviste su Internet sui viaggi su https://amateurtraveler.com. La mia intervista podcast sul viaggio in Israele è l’episodio 167, e ho anche fatto un’intervista focalizzandomi specificamente su Gerusalemme all’episodio 192. A proposito, controlla il suo sito per altre destinazioni, è una risorsa straordinaria.

Dove consiglio specifici hotel, ristoranti o guide in questa guida, tutto ciò che chiedo è che tu dica loro che ti ha inviato Douglas Duckett di Cincinnati, Ohio, USA. Non ricevo compensi, commissioni o tangenti da queste persone, ma mi piace che sappiano di aver fatto la segnalazione, quindi per favore faglielo sapere.

Oltre a considerare una donazione all’YMCA come suggerisco di seguito, è tutto ciò che chiedo per fornirti queste informazioni. Ci sono molte altre persone e posti meravigliosi in Israele, certo, ma in genere elenco solo ciò che ho vissuto personalmente, se non diversamente indicato. Come notato sopra, non lo considero una guida completa e quando chiamo è una “guida personale”, è esattamente questo.

Con la mia guida arrivano le mie opinioni e sono mie solo, così come ogni errore. Ma devi ammetterlo, il prezzo è giusto! Infine, prima di procedere con le mie raccomandazioni specifiche, molte persone a cui ho inviato questa guida nel corso degli anni mi hanno chiesto se mi potevano pagare. La risposta è: “Grazie, ma no”.

Ma se trovi utili queste informazioni, potresti considerare di donare $ 25 o più alla Gerusalemme International YMCA per la sua scuola dell’infanzia ebraico-araba per la pace, chiamata “Gan ha-Shalom”, e per favore, dì loro che ti ho mandato. L’YMCA di Gerusalemme offre programmi interreligiosi che enfatizzano la riconciliazione e la coesistenza in questa terra travagliata, e il suo lavoro è notevole. A un certo punto è stato persino nominato per il Premio Nobel per la pace. Ne leggerai di più più avanti in questa guida.

Ma sono particolarmente appassionato di Gan ha-Shalom, un programma che si impegna a costruire ponti di comprensione attraverso la divisione ebraico-araba mentre i bambini sono giovani e non hanno ancora imparato a odiare o temere. È davvero straordinario e molte famiglie, in particolare le famiglie arabe, non possono permettersi più di $ 8.000 USD di insegnamento annuale, minacciando la natura multiculturale del programma. Per favore sii generoso.

Il modo più semplice e migliore per farlo è attraverso il sito web YMCA di Friends of the Jerusalem International all’indirizzo www.friendsofjiy.org. Fai clic su “Offri”, quindi fai clic su “Seleziona una designazione”, quindi fai clic su “Peace Preschool”. Nella sezione commenti, puoi scrivere che stai facendo la donazione in onore della guida di Douglas Duckett. Per ulteriori informazioni su YMCA di Gerusalemme International e gli altri suoi programmi vitali, vedi www.jerusalemymca.org.

Grazie per aver considerato una donazione per questa causa meritevole. E lettori fornon-cristiani, vi assicuro che l’YMCA offre programmazione per ebrei, cristiani e musulmani allo stesso modo, con membri di tutte e tre le comunità, ebrei israeliani e musulmani che hanno servito come CEO, e uno staff vario e integrato che include Ebrei, arabi cristiani e musulmani ed espatriati che vivono a Gerusalemme. Il Jerusalem International YMCA è una vera risorsa per Israele e tutte le diverse comunità che compongono il ricco mosaico che è Gerusalemme.

© 2004-2019 Douglas E. Duckett, Tutti i diritti riservati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.